MILANO: RICICLO E RECUPERO DELLE MATERIE PRIME PREZIOSE DAI RIFIUTI ELETTRONICI

A MILANO, CON IL PROGETTO “CRM RECOVERY”, CONTINUA LA SENSIBILIZZAZIONE PER UN CORRETTO RICICLO E  RECUPERO DELLE MATERIE PRIME PREZIOSE DAI RIFIUTI ELETTRONICI
Già da qualche settimana, a Milano, tutti i cittadini possono portare i propri piccoli elettrodomestici non più funzionanti o inutilizzati presso un apposito container, messo a disposizione dal Consorzio Ecodom, per contribuire al recupero di materiali critici – come oro, argento, cobalto, grafite e platino – e confermare il proprio impegno a sostegno della “circular economy”.
Milano, Ottobre 2016 – E’ stato inaugurato, per la prima volta a Milano, il progetto “CRM (Critical Raw Material) RECOVERY”: un’iniziativa europea realizzata da Ecodom (il principale Consorzio operante in Italia per la gestione dei RAEE), con il patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con AMSA – Gruppo A2A (Azienda Milanese Servizi Ambientali). Il progetto –  promosso da WRAP con il contributo LIFE della Comunità Europea –  è finalizzato ad incrementare il tasso di recupero delle materie prime critiche – come oro, argento, cobalto, grafite e platino – dai Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (i cosiddetti RAEE). Per questo motivo, Ecodom ha messo a disposizione dei cittadini milanesi  un apposito container per la raccolta dei piccoli elettrodomestici non più in uso o non funzionanti, spesso dimenticati nei cassetti di casa o in cantina. Il container del progetto “CRM Recovery” è attivo a Milano, ogni domenica mattina, fino alla metà del mese di dicembre. Finora circa 150 persone hanno dato il loro contributo e sono stati raccolti oltre 280 elettrodomestici non più in uso, tra cui principalmente cellulari. Prossime tappe: viale Enrico Martini (dal 23/10 al 6/11); via delle Forze Armate (dal 13/11 al 27/11); via Antonio Tanzi (dal 4/12 al 18/12).I cittadini milanesi potranno conferire agli operatori AMSA i loro cellulari e smartphone, videogiochi, PC, tablet, videocamere, decoder, televisori e monitor, frullatori, aspirapolveri, macchinette del caffè, tostapane, taglia-capelli, stampanti.

Questo progetto non ha solamente l’obiettivo di facilitare il conferimento dei RAEE da parte dei cittadini milanesi, ma è parte di una ricerca europea sulla possibilità di incrementare del 5% il recupero di oro, argento, cobalto, grafite e platino dai RAEE.

“Ecodom è davvero orgogliosa di poter contribuire all’opportunità di incrementare il tasso di recupero delle materie prime critiche dai RAEE” – commenta Luca Campadello, Projects & Researches Manager del Consorzio. “L’idea vincente del nostro progetto, con il quale l’Italia si è confermata in prima fila a livello europeo per innovazione nell’ambito della Circular Economy, è semplice: i dispositivi più interessanti e quelli riutilizzabili saranno raccolti e trattati separatamente dal resto delle apparecchiature, per aumentare la concentrazione dei materiali critici e facilitarne il recupero”.

“Nelle prossime settimane chiederemo ai cittadini milanesi – conclude Campadello di Ecodom – di disfarsi dei loro piccoli elettrodomestici non più funzionanti per raccogliere una sfida ambiziosa: incrementare il recupero delle materie prime critiche dai RAEE. Ecodom assicura il massimo impegno affinché questo risultato venga raggiunto”. 

“Partecipiamo con entusiasmo al progetto CRM Recovery per incrementare il recupero delle materie prime critiche dai RAEE – dichiara Emilia Rio, Presidente di AMSA Gruppo A2ANei primi 7 mesi del 2016 abbiamo già raccolto a Milano 100 tonnellate di RAEE in più rispetto allo stesso periodo del 2015, con un incremento di oltre il 5%, ma sono iniziative come queste, che agevolano il conferimento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche da parte dei cittadini, che ci consentiranno di assicurare al circuito del recupero una percentuale consistente delle apparecchiature immesse sul mercato a fine vita”.    

 ECODOM – Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici – è il sistema collettivo nazionale che gestisce, senza fini di lucro, il trasporto e il trattamento degli elettrodomestici a fine vita (RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Costituito nel 2004 su base volontaria dai principali produttori di grandi elettrodomestici, cappe e scalda-acqua operanti nel mercato italiano, Ecodom ha l’obiettivo fondamentale di evitare la dispersione di sostanze inquinanti nell’ambiente e massimizzare il recupero dei materiali da reinserire nel ciclo produttivo, nel rispetto della normativa in materia di trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (D. Lgs. 49/2014). Ecodom gestisce i RAEE provenienti dai nuclei domestici dei Raggruppamenti R1 (frigoriferi e condizionatori), R2 (lavatrici, lavastoviglie, cappe, forni, scalda-acqua), R3 (TV e monitor) e R4 (piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, informatica, apparecchi di illuminazione).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...