Card. Scola: «Milano metta a frutto la vitalità di Expo

per affrontare i suoi problemi: casa, povertà e lavoro»
«A Milano c’è un dato di partenza diffuso, popolare che è buono, ma c’è anche un compito, quello di trafficare questo spirito nuovo di amicizia e fratellanza ereditato da Expo entrando nei problemi che ha la città: da quello endemico della casa a quello di certe povertà espressioni di scarto. Bisogna partire da qui per arrivare ad una nuova cultura del lavoro, ad un progetto politico che sia tale, a dare un contributo all’Europa. Per la chiesa occorre assumere l’impegno ad uscire nel mondo, affinché la bellezza e la verità di Cristo possano essere proposti con efficacia a tutti i cittadini come grande risorsa per il futuro anche di Milano». Lo ha detto oggi l’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, durante il suo intervento questa mattina ai microfoni di Radio Marconi.

 

«Dopo Expo si nota dappertutto una vitalità ed un’energia diversa, soprattutto un desiderio di stare insieme che mi sembra nettamente più forte di prima ma questo è solo il terreno semina ora bisogna seminare e poi coltivare. A me sembra che Milano sia una grande avventura che chiama tutti noi a giocarci in prima persona per costruire una città di vita buona e di amicizia civica», ha concluso il Cardinale.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...